Birrificio del Ducato

Giovanni Campari, laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari ed ex homebrewer con alle spalle uno stage di cinque mesi presso il Birrificio Italiano, ed il socio Manuel Piccoli, veterano della logistica e amministratore attento, sono i fondatori del Birrificio del Ducato. Giovanni è il nostro Mastro Birraio, visionario e radicale, è lui l’alchi...

Giovanni Campari, laureato in Scienze e Tecnologie Alimentari ed ex homebrewer con alle spalle uno stage di cinque mesi presso il Birrificio Italiano, ed il socio Manuel Piccoli, veterano della logistica e amministratore attento, sono i fondatori del Birrificio del Ducato. Giovanni è il nostro Mastro Birraio, visionario e radicale, è lui l’alchimista che mette la propria anima nelle birre che produciamo; Manuel invece è l’amministratore e l’artigiano dei numeri, con una chiara visione, pragmatica e imprenditoriale. Giovanni e Manuel si incontrarono per caso allo stand di Unionbirrai – associazione che riunisce produttori e appassionati di birra artigianale – presente ad una fiera in provincia di Parma in una fredda e piovosa giornata dell’autunno 2005. Da una chiacchierata nacque l’idea di aprire un microbirrificio. «Questa idea sembrava qualcosa di folle e assurdo per le persone che conoscevamo, persino le nostre famiglie erano scettiche e un po’ preoccupate. Se a quel tempo qualcuno ci avesse raccontato tutto quello che sarebbe successo in questi pochi anni, certamente non gli avremmo creduto» ricorda Giovanni. E Manuel aggiunge: «Ricordo che il proprietario del capannone che avevamo deciso di prendere in affitto era preoccupato: con un’idea così strampalata temeva che non saremmo durati molto, per questo era restio a stipulare il contratto; ci sono volute settimane di persuasione per riuscire a convincerlo. In pochissimi ci presero sul serio, perciò abbiamo dovuto fare conto sulle nostre sole forze». Il luogo dove tutto è cominciato è Roncole Verdi, paese natale di Giuseppe Verdi e giacimento gastronomico della Bassa parmense. Il periodo precedente all’apertura è molto impegnativo, si lavora sodo per più di sei mesi per preparare il birrificio, senza sosta, sette giorni su sette, fino a cento ore a settimana. Ma l’ostacolo maggiore è rappresentato dalla pachidermica burocrazia italiana: a fine novembre 2006 è tutto pronto, tuttavia l’autorizzazione per produrre ancora non viene concessa. Tutto parte ufficialmente il 27 marzo 2007, nel neonato birrificio le prime birre prodotte sono Viaemilia e A.F.O. e Giovanni è l’unico lavoratore nella produzione. Prima della fine dell’anno vedono la luce anche New Morning, Sally Brown, Winterlude, Chimera, Verdi Imperial Stout e Krampus.

More

Birrificio del Ducato There are no products in this category.

Specials

No specials at this time.

Contact Us

Our support hotline is available 24/7.

PayPal