Birra Germania Ci sono 3 prodotti.

Sotto-categorie

  • Augustiner-Bräu

    La birra Augustiner venne prodotta per quasi 500 anni, a partire dal 1328, nel monastero dei fratelli Agostini nelle vicinanze del duomo di Monaco di Baviera. Dopo la secolarizzazione di numerosi ordini religiosi, verificatasi nel 1803, e la seguente privatizzazione, Augustiner-Bräu traslocò nel 1817 in Neuhauser Straße (Strada verso Neuhaus), dove ancora oggi esiste la rinomata casa madre (Stammhaus). Nel 1829 la famiglia Wagner rilevò l'impresa, che venne poi deviata nel 1885 verso gli scantinati chiamati "Kellerareal" in Landsberger Straße (Strada verso Landsberg). Durante la seconda guerra mondiale il famoso birrificio subì pesanti danni, il complesso è però ormai tornato da tempo al suo antico splendore e dichiarato monumento storico sotto la protezione della Soprintendenza Antichità e Belle Arti che tutela strutture architettoniche d'interesse artistico o storico.

  • Bayerischer Bahnhof

    Gosebrauerei Bayerischer Bahnhof, brauerei aperta nel 2000 all’interno della storica stazione ferroviaria di Lipsia.

  • Brauerei Heller

    La storia della birra Schlenkerla risale al 1678 anche se la locanda venne costruita insieme al monastero nel quattrocento. Tra i vari proprietari che si sono succeduti nel tempo uno dei più determinanti fu Johann Wolfgang Heller, vissuto nella seconda metà dell’800, famoso per aver spostato la produzione in una grande cantina scavata nella roccia sotto una collina chiamata “Stephansberg”, appena fuori Bamberga (oggi in pieno centro). Da allora il nome ufficiale della fabbrica di birra divenne “Heller-Bräu”, anche se tutti la chiamano Schlenkerla, perché uno storico proprietario della locanda Andreas Graser, (1877) affetto da un piccolo handicap, camminava in modo strano, “Schlenkern” appunto e il suo soprannome “Schlenkerla” divenne ben presto il nome della birreria e della birra stessa. Nel 1960 la locanda venne acquistata dallo Stato ed Elisabeth Graser, nipote di Andreas, assunse la guida della birreria assieme al marito, Jakob Trum.

  • Ganter

    Uno dei birrifici tedeschi più moderni ha sede a Friburgo, nel Baden meridionale, una regione dove regnano il piacere e la gioia di vivere, circondato da uno dei paesaggi più belli della Germania.

    La modernizzazione del birrificio nel cuore della „Città Verde“, come viene affettuosamente chiamata Friburgo, si è sviluppata in modo consapevole e moderato. Dopo un‘accurata preparazione e pianificazione, con un investimento complessivo di diversi milioni di euro e solo 11 mesi di costruzione, la ristrutturazione del birrificio GANTER è stata completata nel mese di gennaio 2011.

  • Gasthaus-Brauerei...

    Il successo imprenditoriale ha quasi sempre molte facce. Questo vale non solo, ma sopratutto per i birrifici. Claudia Sieben, proprietaria del birrificio alla sesta generazione, insieme al amministratore delega Ralf Rakel può contare su 165 anni di storia imprenditoriale. Allo stesso tempo ha avuto in continuazione nuove sfide.

    È stato Carl Fidelis Graf che nel 1845 trovò la locazione giusta, al di fuori dalle mura di Sigmaringen, per la sua Gasthaus-Brauerei e che coltivò i contatti con la casata reale dei  Hohenzollern. Suo figlio Hermann Graf dovette negli anni 90 del diciannovesimo secolo prendere decisioni importanti per quanto riguardava l'introduzione di innovazioni tecniche. Egli portò infatti l'elittricità al birrificio.

  • Mahr's Brauerei

    La birra scadente di massa la lasciamo volentieri alle produzioni industriali. Non ci pieghiamo per un paio di ettolitri in più. Al contrario. Noi siamo un orgoglioso, non tanto piccolo birrificio privato della Franconia del Nord. Da secoli siamo di casa nel quartiere Wunderburg di Bamberga. Dal 1895 questo birrificio è di proprietà della nostra famiglia. Siamo fortemente radicati nella regione. Oggi come allora vincolati alla legge bavarese del 1516 sulla regolamentazione della produzione della birra. Felici del nostro successo, però sempre consci della nostra responsabilità.

    Poiché abbiamo fiducia nel nostro antico mestiere, abbiamo la mente libera per le sfide del presente, guardiamo al futuro con curiosità e tante nuove idee. Perché l’arte del mastro birraio, le tecniche più moderne e qua e là qualche sorpresa sono tutte cose che armonizzano meravigliosamente alla Mahrs. Ciò che ne scaturisce lo si può assaggiare in ognuna delle nostre nove diverse speciali birre.

                                                                                                                                          Das Mahrs Aller Dinge.

  • Rittmayer

    La Rittmayer Brauerei è il birrificio più antico di tutto il comune di Forchheim; siamo nel sobborgo di Hallerndorf, per la precisione (una ventina di chilometri a sud di Bamberga), dove la omonima famiglia lo fonda nel 1422. Oggi tocca a George Rittmayer portare avanti una tradizione multisecolare, senza però rinunciare all'innovazione. Nel 2012 sono stati infatti inaugurati i nuovi impianti produttivi, nella periferia di Hallendorf, adiacenti ad un altro edificio, sempre di proprietà dei Rittmayer, dove vengono imbottigliate (alla capacità massima di 18.000 bottiglie l'ora) non solo le birre di Rittmayer ma anche di altri birrifici della Franconia. Il nuovo birrificio Rittmayer ha una capacità di circa 35.000 ettolitri l'anno; per assaggiare le birre potete recarvi presso i locali originali del vecchio birrificio, in pieno centro di Hallerndorf (Trailsdorfer Straße 4) o, poco fuori città, alla Kreuzbergkeller che nella bella stagione offre anche, secondo il sito del birrificio, uno dei più bei Biergarten di tutta la Franconia. Ma l'innovazione alla quale accennavamo poco fa non riguarda solamente l'ammodernamento degli impianti produttivi.

  • Schneider

    Fino a 200 anni fa era solo la famiglia del Re Bavarese ad avere diritto di produrre la birra weizen nelle proprie birrerie. Nel 1872, in un periodo i cui questa tipologia di birra non era particolarmente apprezzata, il re Ludwig II decise di vendere il diritto esclusivo di produrre la birra weizen. Georg Schneider I e suo figlio Georg Schneider II acquisirono questo diritto e comprarono la Birreria Madebräu di Monaco.

    Oggi, a distanza di oltre un secolo, la Birreria Schneider produce solo birre di frumento, rispettando le ricette originali che ha conservato con passione. Il risultato è una birra di ottimo gusto.

  • St. Georgen

    La storia della St. Georgen Bräu inizia nel 1624 quando viene fondata a Buttenheim, una ventina di chilometri a sud di Bamberga; siamo quindi in Franconia, Baviera. E mentre qualche secolo più tardi  il paese di Buttenheim diventerà famosa per aver dato i natali a Levi Strauss (sì, l'inventore dei jeans), dedicandogli anche un museo, la tranquilla vita della St. Georgen Bräu rimane nelle mani della famiglia  Modschiedler, i cui successori ne mantengono la proprietà dal 1814 al 2009. Il cambio epocale avviene quando Norbert Kramer, che lavorava già come birraio alla St. Georgen dal 2000, ne rileva la proprietà dagli Modschiedler. Un cambiamento che sembra al  tempo stesso anche garantire una perfetta continuità con il passato nella regione della Germania (la Franconia) con il maggior numero di birrifici ed il maggior consumo di birra pro capite.

  • Weihenstephan

    Il birrificio era annesso all'antica abbazia benedettina di Santo Stefano, il cui primo nucleo venne fondato nel 725. La produzione della birra probabilmente iniziò nell'anno 768, ma la fabbrica viene ufficialmente fondata nel 1040 su iniziativa dell'abate Albert che decise di aprire la vendita della produzione precedentemente destinata solo al monastero. Agli inizi del 1800 l'abbazia fu sciolta, le proprietà vendute e parte della struttura dell'abbazia demolita, poi nel 1865 vennero create le prime sedi del nucleo distaccato a Frisinga dell'Università Tecnica di Monaco, in particolare il ramo agrario e botanico.

  • Pilsner Urquell (Rep....

    La Pilsner Urquell, commercializzata con il nome Plzeňský Prazdroj in precedenza per il mercato interno, è una birra ceca, prodotta sin dal 1842 nella città di Plzeň, nella regione della Boemia. Viene prodotta dal birrificio PPAS (Plzeňský prazdroj a. s.).

    La birra è assai leggera, con una gradazione alcolica in volume di appena 4,4% e fortemente luppolata. Questa birra ha dato origine alla tipologia birraria delle pils, ovvero lager molto chiare dal gusto decisamente amaro e dissetante.

    La birra ha un nome tedesco che significa "antica fonte di Plzeň" o anche "pils(ner) della fonte originale". Si deve notare che la città di Plzeň veniva chiamata "Pilsen" ai tempi dell'Impero austro-ungarico e Pilsner ne è l'aggettivo corrispondente. Con ogni probabilità è la più antica birra chiara in commercio, creata da Josef Groll nel 1842; tuttavia la produzione birraria a Plzeň sembra sia cominciata già nel 1307.

    Tutte le lager prodotte attualmente nel mondo sembrano ispirarsi a questa birra. Parecchie si fregiano anche del nome pils(ner), anche se sono spesso meno corpose e luppolate dell'originale birra boema. Il birrificio PPAS oggi appartiene al gruppo SABMiller, del quale è uno dei prodotti più prestigiosi. La Pilsner Urquell viene esportata in circa 50 Paesi esteri e il suo mercato è in continuo aumento. Recentemente ha vinto il prestigioso trofeo di Chicago e nominata World Champion Beer, ovvero "birra campione del mondo". Il birrificio PPAS organizza fiere e mostre in varie parti del mondo e specialmente in Europa, come in Germania, Belgio e Italia.

Mostrando 1 - 3 di 3 articoli
Mostrando 1 - 3 di 3 articoli

Ricerca avanzata  

Search

Speciali

Non ci sono offerte speciali in questo momento.

Contact Us

Servizio clienti disponibile 24/7.

PayPal